PON Imprese e Competitivita' 2014-2020

Il Programma Operativo Nazionale Imprese e Competitività 2014/2020, adottato dalla Commissione europea il 23 giugno 2015, intende contribuire all'obiettivo di portare il peso relativo del settore manifatturiero sul PIL europeo dal 15,6% del 2011 al 20% entro il 2020.

Il PON Imprese e Competitività, inizialmente dotato di un budget complessivo di oltre 2,4 miliardi di euro (di cui 1,7 miliardi provenienti dal Fondo europeo per lo sviluppo regionale (FESR) e 643 milioni di cofinanziamento nazionale), è stato riprogrammato nel mese di novembre 2017 conseguentemente all’adesione italiana alla c.d. Iniziativa PMI (concretizzata nella formulazione e approvazione di un Programma a sé stante), e presenta un budget complessivo pari a €2.316,5 mln, di cui €1.676 mln FESR e €640,5 mln di cofinanziamento nazionale, risorse provenienti dalla Legge 183/87.

Con decisione C(2017) 8390 del 7.12.2017 la Commissione ha approvato la riprogrammazione del PON Imprese e Competitività 2014-2020 determinando un significativo incremento della dotazione, pari a 665,1 milioni di euro di risorse del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), cui si aggiungono 297 milioni di cofinanziamento nazionale.

La dotazione iniziale di 2,3 miliardi di euro sale quindi a 3,2 miliardi di euro.

 

Finalità: Il Programma si propone di favorire la crescita economica e il rafforzamento della presenza delle aziende italiane nel contesto produttivo globale, in particolare le piccole e medie imprese, articolando gli interventi su 4 obiettivi tematici:

 Questi obiettivi tematici si traducono in quattro assi di intervento:

Destinatari: limitato inizialmente alle sole Regioni meno sviluppate (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia) e in transizione (Abruzzo, Molise, Sardegna), in seguito a decisione C(2017) 8390 del 7.12.2017 estensione dell’area territoriale del programma al Centro-Nord.

Agevolazioni:

Il PON Imprese e Competitività prevede le seguenti agevolazioni: 

a) per i costi e le spese relative alle attività di ricerca industriale:

1. 42-60 % per le imprese di piccola dimensione;

2. 35-50 % per le imprese di media dimensione;

3. 28-40 % per le imprese di grande dimensione;

b) per i costi e le spese relative alle attività di sviluppo sperimentale:

4. 24,5-35 % per le imprese di piccola dimensione;

5. 17,5-25 % per le imprese di media dimensione;

6. 10,5-15 % per le imprese di grande dimensione;

e determinata in base al punteggio raggiunto dal progetto in fase di valutazione.

Modalità Erogazione agevolazioni:

Spese e costi ammissibili:

Scadenze:

Le domande di agevolazioni possono essere presentate all’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa S.p.a. – Invitalia a decorrere dal sessantesimo giorno dalla pubblicazione del presente decreto nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Ad avvenuto esaurimento delle risorse disponibili verrà disposta la chiusura dello sportello per la presentazione delle domande, che verrà comunicata da Invitalia mediante avviso da pubblicarsi nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e nel sito internet www.invitalia.it.

Domande ammissibili a partire dal 1-gen-2014

Le operazioni non possono in ogni caso concludersi oltre la data del 31 dicembre 2023.

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information